Risultati del Trattamento

Nel 2002 e poi nel 2008 sono stati pubblicati i risultati del trattamento dei tossicodipendenti a Takiwasi sulla base di una valutazione interna. La prima parte di questi risultati è anche inclusa nel libro “La Liana de los Muertos al Rescate de la Vida, 7 años de experiencia del Centro TAKIWASI”, Rosa Giove, Ed. Devida, 2002.

In questo studio, l'analisi dei risultati del trattamento a Takiwasi era basata sul follow-up eseguito sui pazienti che erano stati dimessi e che avevano trascorso almeno un mese di permanenza nel centro. Non sono stati presi in considerazione coloro che hanno abbandonato il trattamento durante il primo mese in quanto sono passati solo per la fase di disintossicazionee non hanno iniziato il trattamento vero e proprio. Il follow-up è stato realizzato durante i due anni successivi alla dimissione del paziente.

Sono stati presi in considerazione tre tipi di paziente: 1) Coloro che vengono dimessi dopo aver completato il trattamento e con l'approvazione dello staff terapeutico; 2) Coloro che se ne vanno volontariamente, prima di finire il loro processo; 3) Color che fuggano senza avvisare il Centro e senza completare il loro processo.

Sono stati classificati in 3 categorie: 1) Bene/Meglio, per coloro che hanno beneficiato del processo guarendo completamente o migliorando significativamente, anche se con la necessità di seguire un processo terapeutico; 2) Uguale/Peggio, per coloro che non hanno beneficiato del loro soggiorno a Takiwasi; 3) Sconosciuto, per i pazienti dei quali non si ha avuto più notizie dopo aver lasciato il Centro.

Grafico 1. Il grafico seguente mostra la situazione globale dei pazienti che sono stati sottoposti a trattamento e dimostra l'alta percentuale di successo del nostro processo terapeutico (cambiamento positivo per 54 pazienti su 100).

Gráfica Resultados del Tratamiento

Grafico 2. Il seguente grafico mostra la situazione dei pazienti che hanno portato a termine il loro trattamento arrivando a lasciare il Centro dopo aver ricevuto l'approvazione dallo staff terapeutico. In questo caso si può vedere che il tasso di successo è ancora più alto (cambiamento positivo per 67 pazienti su 100).

Gráfica Situación del Tratamiento

Uno studio complementare condotto nel 2005 Anne Denys (Università di Nancy, Francia) nell'ambito di un master in sanità pubblica ha rafforzato questi dati, apprezzando la dimensione qualitativa del protocollo, ed è stato pubblicato dalla Società Francese di Etnofarmacologia. Pubblicazione disponibile in francese.

Il Grafico 3 mostra alcune delle conclusioni di questo studio. Lo studio esplorativo si è basato su interviste a 15 ex-pazienti volontari condotte in due parti. La prima parte si concentra sulla pratica del Centro e sui suoi obiettivi specifici. La seconda parte è basata su un questionario standardizzato - Addiction Severity Index o ASI - per valutare il livello di dipendenza.

I pazienti sono stati classificati in tre categorie. Quelli che stanno Bene (non presentano un consumo problematico e mostrano una situazione generale equilibrata nelle cinque dimensioni esplorate dall'ASI), quelli che stanno Meglio (situazione migliorata ma ancora problematica in una o più dimensioni esplorate dall'ASI, anche se il consumo di sostanze è sospeso), e coloro per i quali la situazione è la Uguale (senza cambiamenti significativi).

Gráfica Conclusión Estudios

Grafico 4. Un'analisi comparativa della popolazione di pazienti di Takiwasi fatta dal PhD David O'Shaughnessy utilizzando l’"Addiction Severity Index" (ASI) mostra un maggiore livello di dipendenza rispetto ad una popolazione di pazienti tossicodipendenti degli Stati Uniti. Questo gran deterioramento nello stato di salute dei pazienti al momento dell’inizio del trattamento è riscontrato principalmente nei campi ASI: famiglia, consumo di droga e sintomi psichiatrici.

Gráfica Asi

Grafico 5. David O'Shaughnessy, PhD della James Cook University, Australia, nella sua tesi di dottorato ha riscontrato un netto miglioramento, nel corso del trattamento, in condizioni note per influenzare notevolmente il processo di riabilitazione, come lo stress e il desiderio di consumare.

Gráfica Asi

Grafico 6. Uno studio naturalistico, condotto da Berlowitz et al. e pubblicato a maggio 2019 nel Journal of Psychoactive Drugs, ha indagato gli effetti terapeutici a breve termine del protocollo di trattamento di Takiwasi. Lo studio ha potuto verificare che esistono miglioramenti significativi per quasi tutti i fattori considerati, tra cui: gravità dei sintomi della dipendenza (consumo di droghe, alcol, stato psichiatrico, relazioni sociali / familiari), desiderio di consumare, stress emotivo (ansia e depressiione) e qualità della vita in generale.

Gráfica Asi

Di seguito sono riportate le principali conclusioni di diverse ricerche condotte a Takiwasi da parte di studenti e ricercatori esterni che sono stati in grado di analizzare e verificare l'efficacia del trattamento somministrato ai pazienti tossicodipendenti.

1.
Short-Term Treatment Effects of a Substance Use Disorder Therapy Involving Traditional Amazonian Medicine

Autori: Ilana Berlowitz, Heinrich Walt, Christian Ghasarian, Fernando Mendive, Chantal Martin-Soelch

Pubblicato nel Journal of Psychoactive Drugs, Maggio 2019.


1.
Takiwasi: Addiction treatment in the “Singing House”

Autore: David O’Shaughnessy

Tesi di Dottorato, Facoltà di Medicina, James Cook University, Australia, Agosto 2017.


3.
The House of Song. Rehabilitation of Drug Addicts by the Traditional Indigenous Medicine Of The Peruvian Amazon

Autore: Miroslav Horák

Facoltà di Studi Internazionali, Università di Mendel, Brno, Repubblica Ceca, 2013, pp. 184.

Formulario de contacto

×